12/nov/2012

Restituzione canoni indebitamente versati.

MASSIMA
CASSAZIONE CIVILE  SEZ. III 11 OTTOBRE 2012  N. 17313
LOCAZIONE – RESTITUZIONE CANONI INEDEBITAMENTE VERSATI
Ove l'immobile sia oggetto di successivi contratti di locazione ad uso abitativo, le obbligazioni poste a carico delle parti devono essere individuate applicando la legge vigente tempo per tempo. Pertanto, è tutt'ora possibile chiedere la restituzione delle somme indebitamente versate a titolo di canone, nel caso in cui si faccia riferimento a contratti di locazione cui è applicabile, rationae temporis, l'art. 79 legge n. 392/78 abrogato dall'art. 14 legge n. 431/1998.

COMMENTO
CASSAZIONE CIVILE  SEZ. III 11 OTTOBRE 2012  N. 17313
LOCAZIONE – RESTITUZIONE CANONI INEDEBITAMENTE VERSATI
La Corte ha affermato che, in materia di determinazione del canone, va applicata la legge vigente al  tempo del fatto contestato.
La Corte, nel caso di specie che riguardava l’aggiornamento del canone sotto il vigore della legge n. 392/78, che prevede l’aumento del 75% a decorrere dal mese successivo a quello in cui ne viene fatta richiesta con lettera raccomandata, ha statuito il diritto alla restituzione delle somme indebitamente versate, salva la prescrizione, per come regolata dall'art. 2948 c.c., nn. 3 e 4.

Nessun commento:

Posta un commento